Intervista all’Avvocato Paola Tuillier  di Diritti del Paziente pubblicata sul settimanale “Starbene” gruppo Mondadori.

Ho chiamato il dottore per mio padre che aveva la febbre e mi ha fissato un appuntamento in studio. Non avrebbe dovuto venire a casa?
Eleonora, Brindisi

L’ attività del medico si svolge prevalentemente nel suo studio, anche se la richiesta di una visita medica domiciliare è prevista dall’art. 47 degli accordi collettivi nazionali dei medici di famiglia del 23/3/2005 in caso di “non trasferibilità dell’ammalato”.

La legge non specifica però il concetto di non trasferibilità, che si presta quindi a una interpretazione caso per caso da parte del medico in base a fattori come l’età, le condizioni generali di salute oppure la descrizione della sintomatologia.

In generale, comunque, il concetto di non trasferibilità è legato a casi in cui la persona è in condizioni così gravi da non poter andare di persona nello studio del suo medico curante.
Se è così, la visita è dovuta e gratuita. Nel caso di tuo padre, anche se le sue condizioni non erano così gravi da non potersi muovere, potevi ugualmente chiedere al suo dottore una visita a casa.

In questo caso, secondo la Cassazione (sent. 41646/01), il medico può tuttavia chiedere un compenso per la sua prestazione: quando la visita a domicilio non è indispensabile, diventa infatti una visita privata, che il medico può fare come libero professionista.

Paola Tuillier,
Avvocato del foro di Roma specializzata in responsabilità medica civile e penale, fondatrice del sito web Dirittidelpaziente.it.
L’Avv. Paola Tuillier è in grado di fornire assistenza legale sia in ambito civile che in ambito penale.
In particolare, ha maturato una notevole esperienza nel fornire assistenza legale in favore di pazienti che hanno subito un danno da errate prestazioni sanitarie e intendano agire in giudizio in sede civile per ottenere il giusto risarcimento.

VITTIMA DI MALASANITA’?
Affidati a  DIRITTI DEL PAZIENTE!
Lascia i tuoi dati  verrai ricontattato entro 48 ore


Diritti del Paziente analizza attentamente il tuo caso, valuta insieme al medico legale la sussistenza del danno subito analizzando se il danno è la conseguenza di errori commessi dal medico e/o dalla struttura sanitaria.

Diritti del Paziente si occupa di tutto l’iter risarcitorio: dalla perizia medico legale alla richiesta di risarcimento, privilegiando una soluzione stragiudiziale tramite l’uso di efficaci tecniche di negoziazione.

Se necessario, intraprendiamo azioni legali con l’obiettivo di ottenere il giusto risarcimento senza far anticipare al cliente i compensi dei professionisti fino alla liquidazione del danno. Viene definito insieme a te un accordo scritto in cui si determina una percentuale sul risarcimento che verrà corrisposta esclusivamente a risultato ottenuto.

Chiamaci subito: tel. 06.3549781 / 333.2210386

 

Il medico di base è tenuto a fare le visite domiciliari?

You May Also Like