Ha colpito il caso della studentessa affetta da diabete di tipo 1, che si è vista negare dalla scuola la partecipazione alla gita scolastica.

Non conosciamo bene i fatti, né possediamo gli elementi per poter affermare se l’istituto sia nel torto oppure no. I giornali riferiscono che il medico della ragazza

aveva prescritto di tenere a scuola un farmaco salvavita, il glucagone, da utilizzare in caso di grave crisi ipoglicemica. La dirigente dell’istituto avrebbe però

dapprima allontanato la studentessa da scuola (fino all’intervento della Asl), poi negato la gita scolastica, sostenendo che nessun insegnante era

disponibile a iniettare il medicinale in caso di emergenza.

È una vicenda complessa, che vede scontrarsi due diritti fondamentali, entrambi garantiti dalla Costituzione: da una parte la possibilità di accesso pieno a tutte

le attività scolastiche, comprese le gite, dall’altro la tutela della salute.

Per chi ha il diabete di tipo 1 esiste un documento, firmato dai Ministeri dell’istruzione e della salute, che fornisce le indicazioni su come gestire la terapia a base

di insulina (può occuparsene il personale, un genitore che ha accesso a scuola in orari stabiliti, o l’alunno) e prevede la possibilità che il glucagone, in caso di

emergenza, venga fornito da personale non medico.

Questo però non è sufficiente a obbligare i docenti che accompagnano i ragazzi in gita a somministrare il farmaco salvavita. Che fare? Si può chiedere

un incontro con il dirigente scolastico, il diabetologo, il pediatra e la Asl per concordare una strategia. Il problema può essere risolto prevedendo un corso di

formazione per il personale scolastico, o stabilendo di attivare il 118.

Avv. Paola Tuillier, articolo pubblicato sul settimanale Starbene del grutto Mondadori

Vittima di errore medico?
Affidati a  DIRITTI DEL PAZIENTE per sapere se hai diritto ad un risarcimento del danno subito.
Lascia i tuoi dati  verrai ricontattato entro 48 ore


Diritti del Paziente analizza attentamente il tuo caso, valuta insieme al medico legale la sussistenza del danno subito analizzando se il danno è la conseguenza di errori commessi dal medico e/o dalla struttura sanitaria.

Diritti del Paziente si occupa di tutto l’iter risarcitorio: dalla perizia medico legale alla richiesta di risarcimento, privilegiando una soluzione stragiudiziale tramite l’uso di efficaci tecniche di negoziazione.

Se necessario, intraprendiamo azioni legali con l’obiettivo di ottenere il giusto risarcimento senza far anticipare al cliente i compensi dei professionisti fino alla liquidazione del danno. Viene definito insieme a te un accordo scritto in cui si determina una percentuale sul risarcimento che verrà corrisposta esclusivamente a risultato ottenuto.

Chiamaci subito: tel. 06.35497810 / 333.2210386

Chi ha il diabete non può andare in gita?

You May Also Like